venerdì 19 novembre 2010

assenza


Esco un momento,
tornerò presto.
Vado a prendere un sorso di stelle
per spalmarmelo addosso.

La pelle ha sete
e non c'è pioggia che la sazi
o sole.
La pelle è stanca
e non c'è letto che l'accolga
o cuore.

Che la colga.

Esco un momento,
tornerò dentro.
Quando sarò riuscita a posarmi
una mano sulla testa
e a sentirci
il tepore di un altro.

Forse una carezza
di luce
potrebbe bastare
per non avere freddo.




9 commenti:

  1. buona seraaaaaaaa :))
    che bella sorpresa:))
    ti perdono il fatto che manchi__ dato che quando passi lasci queste perle:))
    alla prossima___ buona notte :))

    RispondiElimina
  2. Difficile commentare le belle parole, meglio leggerle in silenzio. Complimenti

    RispondiElimina
  3. In sostanza questo spazio lo dedichi alla tua parte lirica. L'altro all'altra parte di te... che ancora non ho ben capito quale e come sia. Ma non è tanto importante. Mi piace lo stesso!

    RispondiElimina
  4. @Teti: ciao!! Anche le caprette lasciano perle al loro passaggio.

    @Agata: grazie, sono improvvisazioni.

    @Stressy: 800,00 più la donna delle pulizie? Eheh.

    @Euri: in sostanza non ho ancora capito cosa voglio fare, ma considerato che nella vita reale questo fatto mi crea frustrazione, qui nei blog mi lascio beatamente portare senza fare domande.

    RispondiElimina
  5. Eccomi qua, ce lho fatta. Ti lascio quel cefalo puzzolente e la carezza di luce. C'è altro espe?

    RispondiElimina
  6. ALFREDOOOOOO. Finalmente! Saresti così gentile da mettermi anche una mano sulla testa? (dopo averla lavata con acqua calda e sapone, please)

    RispondiElimina
  7. molto bella dedicata a te ..e già ...

    RispondiElimina
  8. quell'albero lo già visto sulla strada mes-s<v. .... ma tu non avevi il vestitino..si vede nel prato la bottle di beer

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget